MD STUDIO Blog

RISPARMIARE QUANDO SI RISTRUTTURA?

Se siete alle prese con i lavori di ristrutturazione e volete contenere il budget potete considerare qualche stratagemma

Quando si pensa di ristrutturare un appartamento, le domande che affiorano nella mente sono tante: quanto tempo occorrerà? A chi mi devo rivolgere? Ma, soprattutto, quanto mi costerà? Di fronte alla necessità di risparmiare e ottenere comunque un buon lavoro finito in tempi ragionevoli, possiamo vedere insieme qualche possibilità per affrontare tutto con praticità e rendere le cose più semplici. Quello che ci vuole è molto senso pratico e tempo da dedicare nella nuova avventura, perché gli aspetti da considerare sono molti: progetto architettonico, preventivo dei lavori, scelte dei materiali, impianti (elettrico, idrico, gas, riscaldamento/condizionamento) e arredamento.

Progetto e preventivi


Per quanto riguarda il progetto architettonico è sicuramente necessario un professionista che può seguire sia la fase progettuale
  • ad es. stabilendo se gli impianti, la struttura della casa e lo stato del tetto sono da considerare buoni o da rifare
  • sia la parte che riguarda la messa in opera del progetto con la relativa gestione delle varie figure professionali che devono partecipare nella ristrutturazione.

  • Inoltre può seguirvi nella fase delicata della scelta del miglior preventivo. Consiglio di richiederne minimo tre da confrontare.
    Una volta ricevuto il preventivo, controllare che sia chiaro e comprensivo di tutte le informazioni. Vi sono alcuni dati che proprio non possono mancare:
  • l’elenco dei lavori: tutto ciò che verrà eseguito, nel dettaglio;
  • l’elenco dei materiali: controllate che sia ben definita la qualità;
  • la data di consegna, che dovrà essere rispettata;
  • eventuali documenti e certificazioni, nel caso in cui fossero necessari.

  • Il compenso del professionista si aggira intorno al 10% sul totale dei lavori da realizzare.

    Materiali

    In un preventivo la scelta dei materiali da utilizzare per la ristrutturazione è uno dei punti importanti che fa la differenza di prezzo sul totale. Quindi importante è affrontare ogni locale dell’appartamento con questa finalità senza andare a impoverire il risultato che vogliamo raggiungere.

    Pareti senza rivestimenti

    Evitare ogni tipo di rivestimento in piastrelle sia nei bagni che in cucina è sicuramente un altro modo per risparmiare. Oggi ci sono materiali e pitture a smalto che possono sostituire benissimo il classico rivestimento senza rinunciare al colore e agli aspetti importanti per le zone, dove l’umidità dei vapori e la lavabilità delle superfici è da considerare primaria.

    Impianti

    Sicuramente, in una ristrutturazione, è il caso di dare massima priorità agli interventi che coinvolgono gli impianti; interventi che comportano demolizioni e ricostruzioni dei muri. È consigliabile soprattutto non lasciare nulla del vecchio impianto perché si rischia di dover intervenire in un secondo tempo e con costi aggiuntivi in fase di lavori terminati da pochi anni. Quindi investire il giusto valore in tali opere è un risparmio a lungo termine. Se poi si scelgono impianti di riscaldamento di nuova generazione, l’abbattimento dei costi è assicurato per gli anni a venire.

    Mobili di serie per la cucina

    Per proseguire nel nostro intento di ridurre i costi, anche la scelta della cucina e degli altri arredi può essere orientata verso dei mobili di serie componibili. Ad esempio quelli del marchio svedese Ikea o simili, i quali hanno il duplice vantaggio di essere economici e permettono eventualmente di essere modificati e personalizzati con colori e soluzioni molto divertenti e pratiche.

    Upcycling di mobili

    Molte volte è sufficiente dare una “nuova vita” alle cose che abbiamo. Con una mano di vernice e dei decori per abbellire il tutto (mobili, porte, mensole, sedie, pareti…) si possono fare miracoli. Scegli uno stile e un colore dominante, misura i metri quadrati da pitturare o il numero di porte o mobili da ridipingere e compra il necessario (aggrappante e pittura, pennelli, rulli…).